In questo articolo vedremo alcuni concetti fondamentali di Home Assistant, necessari al proseguimento della realizzazione del nostro sistema domotico.

Per prima cosa, un po’ di termini che occorre conoscere:

  • Integrazione: si tratta di tutto ciò che possiamo collegare ad Home Assistant, dalle lampadine alle smart TV, passando per il cellulare; attenzione perchè per integrazione si intendono anche servizi in cloud. Ogni integrazione può contenere multipli dispositivi o entità;
  • Area:  un’area virtuale in cui sono localizzati i nostri dispositivi (una stanza, l’intera casa, la mia scrivania);
  • Dispositivo: fisico o virtuale,può contenere multiple entità (lo smartphone, tanto per fare un esempio);
  • Dominio: la categoria a cui appartiene un’entità (es. sensor, light);
  • Entità: un “oggetto” con cui interagisce Home Assistant (es. un interruttore, un sensore);
  • Attributi: Un valore contenuto all’interno di un’entità (Esempio: Consumo di un interruttore che funge da presa);
  • Card: una scheda dell’interfaccia grafica legata ad una o più entità.
  • Automazione: un’azione, o una sequenza di azioni, che viene scatenata da un trigger (un evento). Ad esempio, se il cellulare si allontana da casa, attiva il sistema di allarme, oppure ad un certa ora spegni tutto in una stanza.
  • Scena: lo stato di uno o più entità, facilmente richiamabile all’occorrenza (ad esempio, il colore e la luminosità delle lampade di una stanza quando vogliamo vedere un film).

Ormai è praticamente tutto configurabile tramite interfaccia grafica, tramite pochissimi clic del mouse. Nonostante tutto, in alcuni casi è possibile/necessario utilizzare la configurazione mediante file.

Se abbiamo installato il plugin File Editor, sarà semplice accedere alla directory /config, all’interno della quale si trova il file configuration.yaml, che contiene la configurazione fondamentale di Home Assistant.

Tale file va manipolato con molta attenzione, in quanto una configurazione errata produce instabilità del sistema.

La modifica del configuration.yaml comporta sempre un riavvio per essere applicata. Consiglio sempre di usare la funzione Impostazioni -> Controlli del server prima di riavviare, avremo così almeno una verifica formale di quanto scritto.

Prima di concludere, segnalo la possibilità di utilizzare Home Assistant anche attraverso l’apposita App, disponibile nei principali store (link per Android). Si tratta fondamentalmente della stessa interfaccia che abbiamo visto, ma portata nel mondo mobile.

Consente di controllare completamente il sistema, oltre ad essere un comodissimo strumento per poter controllare la nostra domotica anche quando siamo fuori casa.

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page