Dopo un breve periodo di pausa, torno a parlare del mio Raspberry Pi.

L’argomento di oggi è decisamente interessante, dato che si tratta di overclocking, ovvero della possibilità di spingere il nostro gioiellino “oltre il limite“, aumentando la velocità dei componenti.

Iniziamo col mettere in evidenza alcune cosette: primo, ovviamente va sempre usato il buonsenso, spingere troppo in su può arrecare danni al Raspberry Pi, fino anche a renderlo inutilizzabile, quindi non esagerate!!

Secondo, altrettanto ovviamente non potete pretendere che un dispositivo con un processore che di default viaggia a 700 MHz per incanto schizzi a 2 GHz!! L’aumento di prestazioni sarà contenuto, ma comunque palpabile.

Fatte queste due premesse, inziamo con un po’ di dati: di default il Raspberry Pi è settato per “andare” come segue..

CPU: 700 MHz
RAM: 400 MHz
GPU: 250 MHz

Con tali valori, un benchmark del sistema (con Raspbian installata) mi ha restituito i seguenti valori:

Real: 1m 20,741s
User: 1m 18,080s
Sys: 0m 0,150s

A questo punto, l’overclock risulta semplice, in quanto basta modificare (con i privilegi di root) il file /boot/config.txt e modificare le righe arm_freq, sdram_freq, gpu_freq (di default impostati rispettivamente a 700, 400 e 250) come segue (e come specificato consigliato in questa pagina):

arm_freq=900
sdram_freq=500
gpu_freq=275

E riavviamo. Eseguendo nuovamente un benchmark, ho ottenuto i seguenti valori:

Real: 1m 1,550s
User: 1m 0,200s
Sys: 0m 0,110s

Un incremento percentuale di prestazioni di ben il 30%, e senza modificare il voltaggio di alimentazione (pratica che invalida la garanzia, come specificato nella pagina che ho linkato sopra)!! Niente male vero? 😉

Alla prossima..

 

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page