Ieri, 6 aprile 2011, è stata finalmente rilasciata, dopo quasi tre anni di sviluppo, la terza generazione del desktop environment a cui gli utenti di Ubuntu sono più affezionati (personalmente ho tentato più volte di usare KDE, ma proprio non mi ci ritrovo, sono troppo assuefatto a Gnome): sto parlando di Gnome 3, che con questa nuova release si reinventa completamente.

Al centro di Gnome 3 ci sono i workspace (le aree di lavoro), che al contrario delle versioni precedenti, ora non sono più in un numero predefinito dall’utente, ma vengono create e rimosse dinamicamente dal DE. Ma non sono, c’è anche un file manager tutto nuovo, oltre ovviamente a tutta una serie di migliorie che rendono tutto l’ambiente più veloce ed adatto ad essere usato sui diversi tipi di computer oggi sul mercato.

Ovviamente, non si può parlare di Gnome 3 senza parlare di Gnome Shell, la nuova interfaccia grafica che ridefinisce completamente l’esperienza desktop su Linux. Purtroppo, come si sa ormai già da un pò, Ubuntu dalla prossima release non userà questa interfaccia, ma Unity (che comunque concettualmente è molto simile a Gnome Shell), quindi per chi volesse provare una distro con Gnome 3, non resta che aspettare la prossima Mint 11, che avrà appunto questo DE, ma non implementerà (ancora?) Gnome Shell (oppure un’altra distro basata su questo DE). Oppure si può scaricare un LiveCD creato apposta (e basato su Fedora o openSuse) per dimostrare le capacità di questa nuova versione di Gnome a questo link..

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page