E’ recente la notizia che tra Android e iOS, il sistema operativo di Apple per iPhone, vincerebbe il primo. E’ notizia ancora più recente che il sottoscritto è diventato proprietario di un HTC Desire, per molti il miglior smartphone messo in commercio nel 2010.

E’ allora il momento di parlare di un aspetto dei moderni smartphone che praticamente tutti gli utenti di tali dispositivi mettono in evidenza: la scarsa durata della batteria. In questo articolo cercherò di esprimere la mia posizione sull’argomento, per molti estremamente controverso.

Per prima cosa occorre capire che i classici telefoni cellulari, nei quali si caricava la batteria il venerdì, si partiva per il fine settimana e il lunedì mattina si aveva ancora metà carica, non sono assolutamente paragonabili ad un moderno smartphone.

Ancora oggi esistono telefoni cellulari nati esclusivamente per il loro utilizzo primario: effettuare telefonate, e normalmente questi terminali hanno ancora oggi una batteria che dura giorni e giorni se non viene stressata troppo. Ma il punto centrale è che uno smartphone non serve solo per telefonare!! Uno smartphone è un dispositivo che tra le sue funzioni ha anche la possibilità di fare telefonate e mandare SMS, ma soprattutto stiamo parlando di un dispositivo che più che ad un telefono cellulare, è oppurtuno paragonare ad un notebook.

Il mio Desire, giusto per fare un esempio, ha un processore da 1 GHz e 576 MB di RAM, una configurazione di base che appena 10 anni fa era ambita persino dai videogiocatori più incalliti, e che aveva un prezzo non indifferente. Da notare che un moderno smartphone con un processore da 1 GHz è molto meglio di un vecchio PC con un processore simile però.. 😉

Uno smartphone di fascia medio bassa, prendiamo ad esempio il Samsung Corby Smartphone (processore da 600 MHz e 256 MB di RAM), ha in dotazione, tra le altre cose, un modulo GPS, un modulo Bluetooth, un modem HSDPA, un modulo Wi-Fi, uno schermo comunque grande se paragonato a quello di un comune telefono cellulare, ed è compatibile con quasi tutti i giochi disponibili nell’Android Market. Questo significa la possibilità di installare tutta la serie (ormai lunghissima) di applicazioni web-based (come quelle relative ai vari social network), che ovviamente pretendono una connessione ad Internet per essere aggiornate.. Senza contare usi più “seri” rispetto ai social network, giusto per citarne uno, il controllo della propria posta elettronica..

Un terminale di fascia alta, invece, aggiunge all’elenco precedente anche una (o più) fotocamere paragonabili alle compatte in vendita, ha ormai ha il pieno supporto alla tecnologia HD e Full HD, e uno schermo veramente grande, tutte cose che ovviamente vanno ad incidere, e non poco, sul consumo della batteria. Perchè non dotarsi di una batteria più potente?? Perchè una batteria più potente pretende, per restare entro certi costi (che comunque non sono di per sé bassi, specie per i modelli di fascia alta), dimensioni e peso più generosi, e ovviamente avere una batteria che è alta 2 cm e pesa 300 grammi ridurrebbe di molto l’appeal sul grande pubblico, così come lo stesso accadrebbe con una batteria di dimensioni ridottissime, ma che raddoppia il costo del dispositivo.

Allora non c’è scampo?? Purtroppo al momento no.. L’unico consiglio che mi sento di dare, è quello di prendere l’abitudine di mettere il proprio smartphone sotto carica ogni sera, in modo da poter stare un giorno intero senza troppi patemi d’animo (normalmente a fine giornata ci si riesce ad arrivare, a meno di un utilizzo davvero intensivo), evitare di avere la connessione sempre e comunque attiva, e magari installare un’app in grado di ottimizzare il consumo della batteria. Al momento ne sto testando una che mi sembra ottima, mi riprometto di recensirla nei prossimi giorni, appena mi sarò fatto un’idea precisa.

Se invece si è alla ricerca di una batteria di lunga durata, e magari non si è minimamente interessati ad essere sempre online e a controllare i propri interessi anche fuori casa, e addirittura si rientra nella categoria di coloro che utilizzano il cellulare solo per telefonare e mandare SMS, bè direi che si possono decisamente risparmiare moltissimi soldi puntando su un “semplice” telefono cellulare, non su uno smartphone..

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page