In questo periodo, per passione e per necessità, mi sta capitando di dover smanettare con l’hardware: l’ultima “impresa” riguarda il mio ASUS A6Ja, il mio fido notebook.

Si tratta di un notebook vecchiotto oramai (acquistato nel 2005 o giù di lì), ma devo dire che riesce ancora a dare la paga a parecchi concorrenti più giovani, specie dopo che l’ho un po’ dopato, con 3 GB di RAM e una nuova CPU a 64 bit, tutto recuperato da altri notebook e sapientemente acquistato su eBay.. 😉

Il problema gigantesco che si era presentato era quello della ventolina di raffreddamento usurata e perciò diventata rumorosa praticamente come un trimotore ad elica!! L’unica soluzione possibile (dopo aver anche applicato una ventolina esterna che devo dire ha fatto egregiamente il suo dovere comunque) era quella di sostituire completamente la ventolina stessa. Ed è quello che ho fatto oggi, appena mi è arrivata dritta dritta da Singapore (per motivi economici, era nettamente meglio farla arrivare da così lontano). So che il termine “impresa” è decisamente esagerato, però devo dire che sono abbastanza soddisfatto della riuscita dell’operazione, visto che era la prima volta che smontavo completamente un notebook senza aiuto e/o consiglio alcuno.

In passato ho assemblato/disassemblato vari PC fissi, riparato schede video (sostituendo il dissipatore o cambiando la ventola), sostituito la CPU di un notebook e messo le mani dentro qualche console di gioco, ma questo ancora mi mancava.

Per chi potesse essere interessato e/o incuriosito, ho documentato l’operazione sul mio profilo Facebook, a questo indirizzo: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.3500520593256.163096.1278913685&type=3&l=712c7e29fb

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page