L’argomento mini pc mi interessa, inutile negarlo. Ecco perchè, quando mi hanno parlato di Green Computer, non ho potuto non scrivere un articolo a riguardo.

Parliamo di una piccola azienda tutta italiana che si pone l’obiettivo di produrre e distribuire appunto mini pc, con due caratteristiche fondamentali:

  • ridurre il consumo dei computer del 70% rispetto ad un pc tradizionale
  • diffondere e promuovere a tutti i livelli l’utilizzo di Software Libero e Open Source

Capite che, se all’argomento mini pc si aggiunge anche quello relativo a software libero e open source, Green Computer si pone come un progetto altamente interessante e con possibilità di sviluppo notevoli.

Ovviamente parliamo di dispositivi adatti ad un normale uso consumer, non certo pc dedicati ai giocatori estremi o ai professionisti ad esempio del rendering video, i quali hanno bisogno di un hardware dedicato con una potenza di calcolo decisamente elevata, ma tenete presente che gran parte degli utenti che usa quotidianamente il pc può “vivere” tranquillamente con dispositivi non “estremi”.

L’altra cosa interessante riguarda i consumi, parliamo di dispositivi dotati di CPU integrata, hard disk da 2.5” e alimentatori ad alta efficienza, capaci di consumare appena 50 W/h.

In tema di OS invece, sui mini pc di Green Computer è possibile avere preinstallato sia Ubuntu e derivate, sia Trisquel (una delle poche distro completamente approvate dalla Free Software Foundation) o in alternativa Solus OS.

Per chiunque volesse approfondire l’argomento, ecco il sito ufficiale: http://www.greencomputer.it

Ci sono già diversi modelli, tutti con buone possibilità di personalizzazione in base alle proprie esigenze.

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page