Articolo in evidenzaArticolo in evidenzaArticolo in evidenzaArticolo in evidenzaArticolo in evidenza

Nov

20

2008

Spero che qualcuno si sia accorto che negli ultimi due giorni il blog è stato irragiungibile (in caso contrario significa che praticamente parlo da solo)..

Non è dipeso dal sottoscritto, ma dalla migrazione su nuovi server di Netsons, l’hosting che mi “ospita”.. Finita la migrazione, ho avuto qualche problemino col database, ma sembra che finalmente ho sistemato tutto (e devo ringraziare davvero lo staff di Netsons per l’aiuto e la pazienza), se quancuno riscontrasse malfunzionamenti, non esiti a contattarmi..

A dire il vero credo che ci sarà una persona non molto contenta di questa risoluzione del problema, in quanto avevo fatto una certa promessa.. Non preoccuparti, ci saranno altre occasioni!!

😉

Share

Nov

14

2008

Due mesi fa..

Anzi un pò prima.. Era appena passato Ferragosto, periodo piuttosto nero quest’anno per il sottoscritto, ero a casa da solo (gli amici erano partiti per le vacanze), e diciamolo chiaramente.. Avevo le palle a terra!!

E poi.. L’imprevisto.. Che ti fa pensare che forse il destino esiste per davvero, e che se da una parte spesso si diverte a prenderti a schiaffi, dall’altra a volte ti sorprende e ti regala qsa di tanto inaspettato quanto spettacolare..

Due mesi.. Di già.. Eppure sembrano volati via.. Due mesi in cui la vita del sottoscritto si è rivoltata come un calzino e ancora non ha smesso di farlo (basta leggere il post con cui ho inaugurato questo blog), due mesi felici, questo posso dirlo con certezza, sperando che ne vengano parecchi altri in seguito! Sperando che quando la mia vita si ristabilizzerà, tutto sarà ancora com’è adesso, o anche meglio perchè no??

A questo punto immagino che vi chiederete qual è stato l’ “imprevisto” che ha dato il via a questo sconvolgimento.. Bè ovviamente è un imprevisto femminile..! Non dirò il suo nome, nè come ci siamo conosciuti, basta dire che è piombata nella vita e ci si è stabilita, e che spero che ci resti (e che non scappi dopo aver letto questo post!)..

EDIT IMMEDIATO DI QUESTO POST.. Sono appena rientrato da Pisa!! Direte voi “e allora”?? E allora è stata una sua sorpresa.. Mi ha tenuto all’oscuro di tutto praticamente fino all’ultimo, mi ha fatto vedere le prenotazioni del volo sulla navetta per l’aeroporto.. Il mio primo volo!!

Che dire?? GRAZIE!! Di tutto..

Share

Nov

6

2008

Pare proprio che stavolta ci siamo, la società Taranto Sport sembra proprio arrivata al capolinea..

Non bastasse l’annata “di transizione” (che tradotto vuol dire “speriamo che ci salviamo”), non bastasse lo stadio chiuso praticamente dalla scorsa stagione, non bastassero l’Osservatorio e il CASMS, nelle ultime giornate è subentrata una crisi pesante di risultati (4 sconfitte in 15 giorni tra campionato e coppa), sfociata in una grave contestazione contro tutti e tutti. Ma non basta ancora! Perchè stavolta anche i giocatori sono contro la “società”, e qui uso le virgolette perchè in realtà tale “società” è identificabile nella sola figura del presidente, il quale dal canto suo ha dichiarato beatamente di non avere alcuna intenzione di parlare alla squadra dopo essere stato contestato (si può ancora definire “presidente” uno che parla così??)..

Insomma siamo punto a capo.. Sono passati 4 anni dal fallimento e la situazione sta diventando sempre più simile ad allora, lo spettro della retrocessione (e speriamo solo di quella) si fa sempre più concreto.. Domenica si va a Pistoia, partita in teoria alla nostra portata, ma chissà.. Personalmente non vedo vie d’uscita diverse da un ricambio ai vertici societari, in modo da tranquillizzare l’ambiente fino a gennaio, per poi rinforzare la squadra e puntare seriamente alla salvezza (come mi sento opinionista televisivo in questo momento!!), il problema è che tale ricambio andrebbe favorito in qualche modo, magari andando incontro ad un eventuale acquirente, ma è una possibilità che al momento vedo remota..

Cmq.. Cominciamo col trovarlo un acquirente.. Chissà magari si potrebbe mettere un annuncio su Ebay.. Qsa del tipo “Vendesi società di Prima Divisione seminuova, poco usata, con tante aspettative intorno, possibile trattativa privata..”

Share

Nov

3

2008

In questi giorni, in mancanza di una connessione fissa, mi sto arrangiando connettendomi tramite il cellulare, sfruttando il modem interno attraverso il bluetooth. Devo dire che pensavo fosse più complicato, anche se onestamente un paio di giorni ce li ho persi sopra. Comunque, ecco come ho fatto a connettermi.. Premetto che utilizzo il mio glorioso Nokia N71 (cellulare da molti bistrattato, ma io mi ci sono sempre trovato benissimo), un’offerta flat di Wind (la Mega 1500 per la precisione), e la mia fedele Debian (ma immagino proprio che per Ubuntu sia la medesima cosa)! Ovviamente il primo passo è quello di configurare correttamente il punto di accesso sul cellulare (è una roba semplicissima, e sul sito del vostro gestore c’è sicuramente tutta la procedura passo per passo per ogni marca di cellulare); successivamente andiamo a configurare il nostro pc. Il punto è far apparire il modem interno del cellulare (che collegheremo tramite bluetooth) come un modem seriale collegato direttamente al pc, per fare questo occorrono pochi comandi da terminale:

hcitool scan

Con questo comando andremo ad individuare il nostro cellulare (ovviamente è scontato che prima va abilitato il bluetooth e il telefono va reso visibile!!). L’output sarà del tipo:

Scanning … 00:12:D2:8C:5E:B2    NOKIA N71

Segnate l’indirizzo che vi verrà restituito, servirà tra poco. A questo punto diamo il comando:

sdptool search –bdaddr "indirizzo trovato prima" DUN | grep Channel

Vi sarà restituito qualcosa tipo "Channel: 1", segnamo anche questo numero. Questo è il canale utilizzato per la connessione Dial-Up. Bene, non ci resta che creare un "ponte" tra il bluetooth e il pc, questo comando va dato come root:

rfcomm bind rfcomm0 "indirizzo" "canale"

Ecco fatto, digitiamo rfcomm e dovremmo avere un output come questo:

rfcomm0: 00:12:D2:8C:5E:B2 channel 1 clean

Questo vuol dire che tutto è andato bene. Se alla fine dovesse esserci scritto closed, allora come root date il comando rfcomm release all e poi di nuovo rfcomm bind rfcomm0 "indirizzo" "canale". Piccolo suggerimento, per evitare tutto questo ad ogni connessione, editate (con i privilegi di root) il file /etc/bluetooth/rfcomm.conf e fate in modo che diventi simile al seguente:

# # RFCOMM configuration file. # rfcomm0 { bind yes; device "indirizzo cellulare"; channel    "canale"; comment "Nome del vostro cellulare"; }

In modo da avere in automatico il "ponte" quando accendete il pc. A questo punto passiamo alla connessione vera e propria: io uso il programma Gnome PPP, estremamente semplice da configurare. Installatelo da synaptic e dopo l’avvio nella prima schermata inserire un nome utente e una password qualunque (non servono in effetti), come numero di telefono *99# oppure *99***1# e poi cliccate su Configura. Nella schermata successiva inserite alla voce Dispositivo quello creato in precedenza (se avete seguito le mie istruzioni scriverete /dev/rfcomm0), e come velocità il massimo possibile, poi andate su Stringhe di inizializzazione. Alla prima riga (Init 2) scrivete AT Q0 V1 E0 S0=0 &C1 &D2 +FCLASS=0, mentre alla seconda riga (Init 3) andrà una stringa dipendente dal vostro operatore (nel mio caso, Wind, la stringa è AT+CGDCONT=1,"IP","internet.wind"), dovete munirvi di questa informazione precedentemente (basta una chiamata al servizio assistenza). Non resta che chiudere queste finestre e cliccare su Connetti per navigare!! Un’ultima cosa, è possibile che il processo di connessione si blocchi dopo un pò, e guardando il log vi ritroviate questo errore: "Check permissions, or specify a PPPD Path option in wvdial.conf", niente paura, vuol dire che il vostro utente non fa parte del gruppo dip. Aprite il terminale, loggatevi come root e digitate:

groupadd -g 30 dip adduser "Vostro utente" dip

Al successivo login tutto funzionerà alla perfezione!!

Share

Ott

31

2008

Gente, vi annuncio che da stasera questo blog ha una versione mobile!! Si si, esatto, proprio una versione “alleggerita” per andare incontro a chi naviga dal cellulare o dal palmare. In realtà l’idea non è mia, semplicemente girovagando per la rete (mi potreste chiedere “Ma la sera di Halloween non hai niente di meglio da fare?”, e vi risponderei “Halloween è una roba americana, ergo, non me frega assolutamente nulla!”) ho trovato un plugin di WordPress estremamemente interessante, il WordPress Mobile Edition.

Cosa fa? Come funziona? Semplicissimo, quando arriva una connessione da dispositivo mobile, applica al blog un tema estremamente leggero, minimalista (per usare un eufemismo), in modo che la visualizzazione su dispositivi mobili sia chiara e il caricamento rapido ed economico (visto che spesso la connessione da cellulare si paga a KB).

Per chi fosse interessato, l’installazione è semplice:

  1. scaricate il plugin dal link che ho indicato sopra e scompattatelo in una cartella;
  2. copiate il file wp-mobile.php nella cartella wp-content/plugins (sul server ovviamente!);
  3. copiate la cartella wp-mobile nella cartella wp-content/themes (sempre sul server!!);
  4. attivate il plugin.

Provare per credere, basta digitare l’indirizzo di questo blog sul browser del cellulare e vedrete l’effetto di questo plugin..

Share

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page