Qualche giorno fa ho espresso le mie riflessioni riguardo la durata della batteria di uno smartphone Android (cit. “Android e la batteria.. La mia opinione“); oggi voglio presentarvi un software in grado di darci una mano nella quotidiana lotta con l’autonomia del nostro terminale.

Sto parlando di Juice Defender, disponibile nel Market a pagamento oppure gratis in versione  ridotta (ma comunque funzionante in maniera più che discreta). Premetto che se vi aspettate una settimana di autonomia, avete sbagliato indirizzo, potete anche tranquillamente non leggere il seguito; Juice Defender si pone l’obiettivo di ottimizzare l’utilizzo di quelle risorse che maggiormente consumano la batteria, connessioni mobili in primis, in modo da riuscire ad arrivare agevolmente a un paio di giorni di autonomia, o almeno per il sottoscritto è andata in questo modo.

Il concetto è semplice, per fare un esempio, nel momento in cui lo schermo si disattiva, è ragionevole pensare che l’utente non stia utilizzando il terminale, per cui vengono automaticamente disattivate le connessioni mobili (Wi-Fi compreso), che saranno riavviate non appena si riattiverà lo schermo (può essere una seccatura se lo schermo si disattiva per sbaglio, ma a lungo andare si risparmia parecchia batteria). O ancora, se avete numerose app che richiedono aggiornamenti periodici da Internet, questo software è in grado, ad esempio, di attivare la connessione mobile per 1 minuto ogni 30, e aggiornare tutto (un bel risparmio rispetto ad avere la connessione sempre attiva, con le app che si aggiornano una alla volta in istanti diversi no??).

Ma c’è di più, con la versione a pagamento è addirittura possibile impostare un orario dopo il quale tutte le connessioni saranno sempre e comunque disattivate (utile di notte, quando si lascia lo smartphone acceso per usufruire della sveglia al mattino), o al contrario un lasso di tempo in cui tutte le connessioni devono essere attive, e addirittura impostare che le connessioni vengano chiuse nel momento in cui le reti preferite (Wi-Fi e mobile) sono irragiungibili. E non dimentichiamo la possibilità di configurare manualmente l’accesso alla rete di ogni singola app.

Ripeto quanto ho già scritto, con questi accorgimenti non arriverete mai ad una settimana di autonomia, ma di sicuro supererete le 24 ore (cruccio di molti utenti), per arrivare anche a 48 ore piene..

Juice Defender esiste in versione Free, Plus e Ultimate, rispettivamente gratis, a 1,99 € e a 4,99 €, cifre assolutamente alla portata di tutti.. 😉

Alla prossima..

Share
Molto scarsoScarsoSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto)
Loading...

Licenza

Creative Commons License
RedBlue's Blog di RedBlue è rilasciato sotto licenza Creative Commons 2.5 Italia.

Badges

Cionfs'Forum CMS Check PageRank

Other

Se hai trovato utile questo blog, supportalo con una piccola donazione per l'hosting..


Locations of visitors to this page